Tecnologia2019-09-30T08:05:00+00:00

Tecnologia “Template Assisted Crystallization” (TAC)

Qual è il principio di funzionamento della tecnologia TAC di OneFlow®?

I granuli del media di OneFlow forniscono dei centri di nucleazione che trasformano il calcio, il magnesio e il bicarbonato disciolti nell’acqua in cristalli microscopici. Dopo essersi formati, questi cristalli si separano dal media e fluiscono liberamente attraverso il sistema.

L’acqua “dura” ha un elevato contenuto di minerali (soprattutto calcio e magnesio, naturalmente presenti nelle acque sotterranee). Con il passare del tempo, l’acqua dura può causare la formazione di calcare nelle tubazioni e nelle condutture idrauliche, aumentando i costi energetici e riducendo la vita utile degli elettrodomestici.

Perché il calcare è nocivo per le condutture idrauliche e per gli elettrodomestici?

  • Riduce il diametro interno delle tubazioni e dei raccordi a gomito, provocando una sostanziale diminuzione della portata e della pressione;
  • Può formarsi sulle parti mobili interne delle valvole e di altri componenti, compromettendone il funzionamento o, ancor peggio, causando l’avaria dei dispositivi di sicurezza;
  • Il calcare può ricoprire gli elementi riscaldanti riducendone l’efficienza e aumentando i costi di funzionamento;
  • Con il passare del tempo, il calcare diventa altamente insolubile e, pertanto, estremamente difficile da rimuovere; di conseguenza, gli interventi di manutenzione risultano molto più onerosi.

Qual è la differenza tra OneFlow e gli altri sistemi di prevenzione del calcare?

Les adoucisseurs d’eau éliminent les minéraux en suspension dans l’eau dure au moyen d’un échange d’ions. À cet effet, il est nécessaire d’utiliser du sel et de l’électricité et d’effectuer un cycle de régénération qui évacue périodiquement l’eau dans le réseau d’égout. L’utilisation des adoucisseurs d’eau est soumise à des restrictions dans plusieurs régions des États-Unis car, en cas de sécheresse, les stations d’épuration ne peuvent pas éliminer le sel. De ce fait, l’eau traitée n’est pas utilisable pour l’irrigation.

 TAC OneFlowAddolcitore d’acqua
ProcessoLega fisicamente tra loro gli ioni della durezza per prevenire la formazione del calcareScambia gli ioni della durezza con gli ioni di sodio
ManutenzioneIn generale, sostituzione della cartuccia o del media ogni 3 anniRabbocco periodico del sale
DrenaggioNon richiestoRigenerazione delle acque reflue che contengono elevate quantità di minerali e sali
ElettricitàNon richiestaRichiesta
VantaggiPrevenzione della formazione del calcare
Basso costo del ciclo di vita
Uso consentito nelle aree geografiche che limitano l’uso degli addolcitori d’acqua
Ridotto ingombro di installazione
Non richiede sale, elettricità o drenaggio
Prevenzione della formazione del calcare
Addolcimento dell’acqua
Maggior formazione di schiuma dei saponi
Le stoviglie presentano una minor quantità di depositi minerali leggeri
SvantaggiFormazione superficiale di calcare leggero (facilmente rimovibile con un panno umido)Acquisto, trasporto e stoccaggio del sale
Richiede drenaggio ed elettricità
Richiede condutture di bypass per fornire acqua non trattata agli impianti
Il trattamento dell’acqua dura può provocare un elevato livello salino nell’acqua potabile
Gli impianti di trattamento comunali hanno delle difficoltà a rimuovere il sale aggiunto dalle acque riciclate, rendendole inadatte all’irrigazione e al ravvenamento delle falde acquifere

Gli inibitori chimici usano delle sostanze chimiche a base di fosfato per evitare la formazione del calcare. Questi sistemi funzionano meglio nelle applicazioni che impiegano acqua fredda, mentre hanno la tendenza a guastarsi e a presentare avarie quando si usa acqua calda. Analogamente agli addolcitori d’acqua, i prodotti ad azione sequestrante del calcare richiedono l’aggiunta continua di una sostanza chimica, che comporta dei costi mensili fissi per gli utenti finali.

I sistemi magnetici, elettromagnetici, a radiofrequenza e a corrente elettrica non sono stati ritenuti conformi a nessuna delle normative in materia di controllo della formazione del calcare studiate da laboratori di prova indipendenti riconosciuti a livello internazionale. Anche se i fabbricanti di tali prodotti citano dati interni per supportare le loro straordinarie capacità di controllo del calcare, in realtà nessuno di questi prodotti ha superato il protocollo internazionale per la prevenzione del calcare. Qualora si prenda in considerazione una di queste soluzioni, si raccomanda di adottare la massima cautela.